RECENSIONE DI RICCARDO BONFIGLIOLI

Tra le pieghe di un giorno d'estate, in un baleno di noia, cattura la mia annoiata attenzione l'opera prima di Patrizia Muzzi. Non sono in giardino, ma nell'afa del mio appartamento. Svogliato e inconcludente. Ed è così che essa diventò il mio personale bianconiglio. Piano piano il rimuginio dei miei pensieri viene sostituito dalla chiacchiera frenetica e rumorosa della prosa. É tardi, è tardi!...ci vado dietro e cado nel buco di questo mondo. Si viaggia mezzo mondo, si scrive come si parla, si parla come si mangia, tipi strani, animali, cantanti...e un sacco di altre cose. Un vero e proprio circo ambulante, barbarico e ipermoderno. Le parole si srotolano in frasi e le segui come fili ma, non ci esci dal labirinto, non chiudi il libro, ti ci perdi come un sognatore che sogna cose lontane. Il respiro ha il ritmo del testo, singhiozzi con lui, nei suoi limiti avverti una sincerità e un'onestà infinita. Come un bambino che organizza un gioco semplice vi partecipi perchè è semplicemente vero e bello. Chiuso. Esco di casa. Ho voglia di avventura.

Contatti

Bologna - ITALY
Mail: info@pattymuzzi.it
Home Page: www.pattymuzzi.it
Editore: www.edizioniepsil.it
Shop: www.edizioniepsil.it


I luoghi di Douglas Staedtler

Su questo sito usiamo i cookies. Navigandolo accetti.