• News
  • Patrizia Muzzi

RECENSIONE DI COSETTA

La scomparsa di un amico ricercatore è l’espediente per farci entrare nelle relazioni che legano i protagonisti. Il testo, di non immediata collocazione, rientra nel romanzo giallo e d’avventura; l’intelligenza dell’autrice non è un limite, non traspare nessuna ossessione per la coerenza dei nessi logici, se questi diventano un ostacolo al libero fluire della storia. Il racconto si sviluppa in luoghi diversi, costituiscono lo sfondo delle tavole dei migliori fumettisti. L’unico filo conduttore è il legame dei protagonisti, anche l’assenza di Douglas è a sancire l’assioma che un amico in quanto tale si ritrova. Il linguaggio è gergale, generazionale, evocativo d’immagini, sceneggiato per un film animato. Fresco ed ironico ha il sapore di un gioco collettivo, spirito con cui ci è consegnato.
COSETTA
Vai all'articolo


Made by Patrizia Muzzi. All rights Reserved.