• News

sepulveda libreria coop bologna 2018

Mi sento come in un toast. Arrivo in anticipo alla libreria Ambasciatori di Bologna per la presentazione del nuovo libro di Luis Sepulveda “Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa” (Guanda, pagine 128) e attendo diligente in fila il momento di occupare il mio posto. Qualcuno in coda con me ipotizza che ci facciano sedere sul pavimento. Uno dei librai mi lancia uno sguardo interrogativo: “Come ha potuto pensare una cosa del genere?” sembra domandarmi. Più tardi trovo posto tra le prime file, mi giro e vedo la sala e le scale piene di persone in piedi. Due signore di una certa età e ben vestite si siedono nei posti riservati ad altri e vengono giustamente cazziate dagli organizzatori. Bofonchiano qualcosa che non capiamo e rimangono saldamente ancorate alle loro sedie con una sfacciataggine senza pari. Siamo tutti uguali ma c’è sempre qualcuno meno uguale degli altri.

Tags: patty CN24TV Luis Sepulveda

in pocheCi fu un tempo in cui il sindaco di Bologna, terminata la riunione in consiglio comunale, scendeva in piazza e proseguiva il dialogo con i propri cittadini. Dialogare, ascoltare, animarsi, difendere le proprie idee era alla base di tutto. E forse non a caso, questo legame diretto tra istituzioni e persone era da esempio e produceva cose buone. ...
VAI ALL'ARTICOLO

  • Patrizia Muzzi

ROGER OLMOS. Un vegano che vive sugli alberi.

unnamed 2291cdDue ottime notizie. 
La prima: a Bologna ha aperto Mirabilia, una nuova libreria concepita come uno spazio aperto agli amanti dei libri d'arte e di illustrazione; la seconda: ospiterà fino alla fine di gennaio la mostra con i disegni originali di “Cosimo” (edito da Logos, pagine 76, prezzo 15,73 euro) dell’illustratore spagnolo Roger Olmos. ...
VAI ALL'ARTICOLO

  • Patrizia Muzzi

IL PADRE DI BABBO NATALE

unnamed 9Non è un vero racconto di Natale quello che sto per fare ma forse ci si avvicina. In un mercatino dell’usato, abbandonato tra altre cianfrusaglie, noto un sottile libro di cartoncino. Sulla copertina spicca la facciona di un vecchio papà Natale e una bellissima scritta rossa che sa di antico “Santa Claus and his works” di Thomas Nast. Mi avvicino e lo apro. Il volumetto fu regalato con tanto amore da zia Sandy e zio Lee al nipotino Matthew nel lontano 1974. Come ha fatto a finire lì su quel tavolo, in quella domenica mattina di un giorno estivo, nella provincia di Bologna? Forse non lo scoprirò mai, ma lo acquisto lo stesso per un euro. ...
VAI ALL'ARTICOLO


Made by Patrizia Muzzi. All rights Reserved.